Santa Monica Observer - Community, Diversity, Sustainability and other Overused Words

By Lucrezia Barboni
Special to the Observer 

I FORTI. Un emozionante film Cileno nel crescente panorama dei film a soggetto LGBTQ+

 "If I go it's because I earned that opportunity. Not because I have all the money in the world".

 

Los Fuertos

Le opportunità variano di situazione in situazione e anche a seconda di come noi le consideriamo. Ci sono persone che creano delle opportunità e ci sono persone che sono alla ricerca di queste ultime.

Alle volte inseguiamo un'opportunità e, casualmente, ci imbattiamo in una situazione che non ci saremmo mai aspettati... Ma, effettivamente, cosa significa avere un'opportunità?

Nel film "Los fuertes", detto anche "The strong ones",  questo è uno dei temi principali.

Il film è uscì nelle sale nel 2019, ed è l'ultimo capolavoro cinematografico di Omar Zuniga.

La colonna portante di questo film è una romantica e autentica storia d'amore che ha come ambientazione il Chile: Un uomo chiamato Lucas si dirige da sua sorella Catalina per incontrarla e improvvisamente si innamora di un pescatore locale, Antonio.

Lucas è alla continua ricerca della libertà e ritiene che l'unico modo per ottenerla sia lasciare il Cile.

Questo sentirsi imprigionato deriva dal fatto che i suoi genitori non accettano la sua omosessualità e, a causa di questa situazione, Lucas ha interrotto ogni rapporto con essi.

D'altro canto, Antonio, sta provando a distaccarsi da una relazione con un suo collega sposato, chiamato Roca.

Lucas e Antonio hanno trascorso del tempo meraviglioso insieme ricco di passione e amore. 

La loro relazione è talmente rappresentata con un naturalismo spontaneo che l'osservatore è in grado di immedesimarsi con loro, quasi come se fosse parte del film

lui stesso.

Il film è caratterizzato da elementi quotidiani, i quali, lo renderanno più spontaneo e naturale, inoltre, la presenza degli stessi aiuterà a definire maggiormente la psicologia dei personaggi.

E' necessario capire la passione e la dedizione concernente i dettagli, in quanto porre l'attenzione su di essi è essenziale affinché si possa afferrare il messaggio del film.

I dettagli, solitamente, sono strettamente correlati alla psicologia dei personaggi, come si comportano, di conseguenza, analizzare cosa si cela "dietro le quinte" è cruciale al fine di capire la trama senza fatica.

Guardare un film è un'esperienza indimenticabile che va oltre il mero scopo dell'intrattenimento e "Los fuertes" sarà altrettanto una fiumana di sentimenti incontrollabili.

Lucas e Antonio, durante il procedere del film, stanno semplicemente cercando di capire quale sia il loro posto nel mondo, come ognuno di noi, e questa è un'altra ragione per cui questo film è così magnifico.

Durante la nostra routine siamo chiamati a far fronte alle nostre paure poiché la vita si basa proprio su questo: trovare chi siamo veramente, cosa ci motiva, quali sono le nostre passioni...

La vita è un lungo viaggio che può portarci a compiere scelte difficili e, anche se questo può essere difficile, ci fa crescere in quanto esseri umani: come Lucas e Antonio, stiamo tutti provando a raggiungere qualcosa e se l'opportunità ci viene presentata, dovremmo provare ad essere forti e abbracciarla.

Esprimere se stessi non è sempre facile in quanto potremmo aver paura dell'opinione altrui, specialmente se questo riguarda l'orientamento sessuale...

Ci sono un sacco di persone che non possono esprimere il loro amore liberamente, causa di vari motivi; 

Omar Zuniga è stato in grado di rappresentare la pressione  che alcune persone provano oggigiorno.

Questo film parla di vita, emozioni, libertà e saprà certamente come rubarvi il cuore!

A questo punto, l'unica domanda che ci rimane è la seguente:

Seguiranno il loro cuore o accoglieranno l'opportunità di essere liberi?

-Cosa ti ha ispirato a scrivere questo film, qual è la storia dietro questo film?

Quando ho iniziato a scrivere il film, più di sei anni fa, volevo creare una storia d'amore tra due uomini diversa dalla maggior parte di quelle che avevo visto prima. Volevo celebrare la loro autonomia, la loro indipendenza, con due personaggi molto diversi, che cercano cose diverse nella loro vita, ma che trovano l'amore quando meno se lo aspettano. Volevo celebrare questo amore in modo onesto e crudo, e raccontare questa storia senza alcuna negazione, colpa, trauma o scoperta in modo poco rappresentato finora. Volevo avere due personaggi le cui vite non fossero definite solo dalla loro sessualità ma dove questa è solo una parte di queste persone nella loro complessità, dove trovano il loro posto nel mondo e ho voluto celebrare il loro coraggio e la resilienza che hanno contro le onde che li schiacciano.

- Il film contiene temi come l'omosessualità, l'amore e la libertà. È corretto dire che questo film vuole inviare un messaggio di speranza in tutto il mondo e a tutti coloro che desiderano solo vivere liberamente il loro amore?

Certo, penso di sì. Il film parla dell'idea che ognuno merita di vivere le vite che vuole, nelle comunità in cui si trova. In vari paesi del mondo in cui viviamo oggi le persone possono ricevere condanne a morte per il loro amore. Viviamo una vita comoda, dimenticandoci che c'è una quantità infinita di dolore in altri luoghi, che gli esseri umani non meritano. Voglio che ci smobilitiamo e lottiamo per la nostra dignità, in modo impenitente.

- La comunità LGBTQ + è ancora soggetta a varie forme di discriminazione. La discriminazione non solo è inaccettabile, ma ha anche una forte ripercussione sulla società e sulla sua crescita. Questa tematica compare nel film e nel racconto della storia d'amore tra Lucas e Antonio... Quali credi siano i passi principali da compiere per porre fine a tali discriminazioni?

Prima di tutto, penso che dobbiamo avere una nostra comprensione della nostra dignità e valore.

Questo è il motivo per cui non volevo che questi personaggi provassero vergogna, negazione di se o rimpianto (che tra l'altro continua ad apparire nella fiction e anche nel mainstream). Penso che la visibilità sia importante, in tutti gli aspetti della vita, non solo le arti, ma anche gli uffici pubblici, l'istruzione, ecc. E ovviamente, attivismo politico, sostegno alle organizzazioni locali che possono rappresentarci davanti ai governi, azione collettiva. E la solidarietà tra paesi, ci sono luoghi dove tutto questo non è nemmeno una opzione di discussione, ma a volte quei luoghi non si rendono conto di quanto siano privilegiati.

- Come ti rapporti con questi due personaggi Lucas e Antonio? C'è qualcosa di te o della tua esperienza di vita che può riflettere sui due protagonisti?

Il film è molto personale in molti modi e mi sento molto vicino a entrambi. Il film parla di cose che conosco e ho vissuto, cose che ho visto intorno a me. Lucas è quello che probabilmente è più vicino alle mie esperienze di vita: il trasferimento o una relazione complessa con la mia famiglia. Allo stesso tempo, vorrei essere senza dubbio come Antonio, per avere la sua consapevolezza e determinazione.

- Quali credi siano i tre aggettivi che meglio descrivono il tuo film?

Wow, questo è difficile! Direi audace, onesto, sexy.

- Quali sono stati i momenti migliori e più stimolanti durante la regia di "The Strong Ones"?

Los Fuertos

Ce n'è sono stati così tanti. Ammiro il lavoro che fanno sia Samuel González che Antonio Altamirano nel film, abbiamo lavorato a stretto contatto per creare quel rapporto d'amore sullo schermo. Un momento che ricordo particolarmente è quando hanno una discussione fuori da un bar, più avanti nel film (non voglio spoilerare troppo per chi non l'ha ancora visto). Il momento è molto commovente e ho pianto mentre lo giravamo, c'era una scintilla magica nella loro intimità, nella loro verità. Abbiamo anche girato una sequenza che si svolge in un carnevale, e l'abbiamo girata durante un vero e proprio carnevale a Valdivia, il che implicava un sacco di coordinamento precedente per ottenere ciò che volevamo, ma è stato un bel momento che abbiamo condiviso tutti nel mezzo di una folla enorme.

- Dopo il successo di questo film, quali sono le tue prospettive per il futuro?

Attualmente sto scrivendo un nuovo film che mi piacerebbe fare. Nella nostra società di produzione, Cinestación, stiamo anche pianificando di girare due film di due registi cileni esordienti, che speriamo di girare entrambi quest'anno, in questo panorama in continua evoluzione con la pandemia. Lanceremo anche The Strong Ones in pochi altri paesi nel 2021 e vogliamo promuoverlo il più possibile.

SI PREGA DI ANDARE SUL LINK SOTTO PER GUARDARE IL FILM, BUONA VISIONE!

https://www.bgpics.com/movies/the-strong-ones/

 

Reader Comments(0)

 
 

Powered by ROAR Online Publication Software from Lions Light Corporation
© Copyright 2021